lunedì 7 marzo 2016

Il Mercante di Nuvole| Studio 65: cinquant'anni di Futuro

La storia che ho voglia di raccontavi quest'oggi ha inizio 50 anni fa, in una città di nome Torino, tra i banchi universitari della facoltà di Architettura. I protagonisti di questa avventura, degli studenti intraprendenti e desiderosi di  "combattere il conformismo imperante dello stile moderno con idee creative , nel nome di un cosiddetto design radicale"... Una sfida per la creazione di un mondo nuovo, un modo migliore.

"..e pensare di disegnare e realizzare un mondo in cui la libertà di espressione, la fantasia, i rapporti umani, anche le libertà sessuali, tutto fosse permesso."  Franco Audrito

Queste le parole utilizzate dall'architetto Franco Audrito nel video che introduce la mostra de "Il Mercante di Nuvole. Studio 65: cinquant'anni di Futuro "che celebra i primi 50 anni di attività di Studio 65, uno tra i più rappresentativi esempi del Pop Design italiano.  
La mostra si è svolta presso la GAM - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino a partire dal 26 novembre 2015, sino al 28 del mese scorso.




La mostra raccoglie in sè  la storia del gruppo, raccontandone la vita attraverso le opere esposte. Molte di queste, nel corso del tempo, sono state prodotte dal marchio Guframazienda che collabora con lo studio sin dal Sessanta alla crescita del design italiano. Tra le opere che ci introducono in questo viaggio rivoluzionario, pezzi storici come il famosissimo "divano Bocca",del 1970, la "seduta Capitello", la "poltroncina Attica" e il "tavolino Attica TL" del 1972.
Pezzi meno conosciuti, ma non per questo meno significativi, come la seduta "Mela Morsicata" del 1971, ed edizioni limitate come la versione "golddel divano Bocca.



Trittico disegnato per la Triennale di Milano. Divenne il nuovo manifesto dello Studio 65







Il Bruco Tentatore - 1970

Seduta Formula 1 - 1974


letto Altare di Venere - 1972


Scultura, e supporto per il tavolo, Diana Cacciatrice - 1985, seduta Brunilde - 1972

Poltrona Money Money - 2013


Seduta Moulin Rouge - 2013

Divano Boccadoro - 2015



"Siediti per trovare il coraggio di tornare bambino"
Big poltrona Mickey dei Sogni - 2015

La stanza del Mercante di Nuvole. Cuscini rivestiti di nuvole Alì e Aladino - 1972

Non mi accadeva da molto di riflettere sul significato dell'architettura, sul suo significato più primitivo, e a quello che mi ha portata a scegliere l'Architettura come mia strada per il futuro.
Prima di rivestirla di norme, formule, schemi e precetti , prima di tutto questo c'ero solo io e i miei sogni fatti di mattoncini. Le parole di Franco Audrito sono state come ritrovare la propria "isola che non c'è", un tuffo nei miei sogni di ragazzina che sognava l'architettura, e all'interno di questa si nascondeva, si riparava e sorrideva .

Studio Sessanta5. Franco Audrito. Un meraviglioso Mercante di Nuvole.

A presto,
 photo http---signaturesmylivesignaturecom-54492-199-7B68BBBED27718AEA0709A4859E4BCED_zpse3b778fd.png